Surfshark

Verifica fughe di WebRTC

Cos'è la WebRTC?

WebRTC è una tecnologia necessaria affinché le applicazioni di video chat e vocali come Google Hangouts o Discord possano funzionare meglio e più velocemente sui browser.

Cos'è la WebRTC?

WebRTC sta per Web Real-Time Communication (Comunicazione web in tempo reale). Come suggerisce il nome, questa tecnologia permette la comunicazione in tempo reale tra i browser senza richiedere un server intermedio (dopo che la connessione è già stata stabilita). Tra i vantaggi di WebRTC vi sono i seguenti:

  • Riduce il tempo di ritardo per chat video, audio, streaming in tempo reale e anche per la condivisione di file di grandi dimensioni
  • È gratuita sia per uso personale sia commerciale
  • Utilizza una tecnologia che è in costante miglioramento
  • Si tratta di un software open source, a differenza delle estensioni o dei plugin
  • È disponibile per le applicazioni per dispositivo mobile
  • È una scelta eccellente per servizi di chiamate di gruppo e webinar
  • Offre qualità audio migliori rispetto a Flash con impostazioni regolabili per il microfono integrato

Sebbene la tecnologia WebRTC sia stata originariamente sviluppata da Google, sono molti i browser che supportano questa tecnologia, tra cui Microsoft Edge, Mozilla Firefox, Opera, Google Chrome e Safari.

La tecnologia WebRTC deve la sua notorietà principalmente al fatto che aumenta la stabilità di chat video e audio, tuttavia è anche un utile strumento per altre applicazioni, come per il trasferimento dei dati.

Cosa significa avere una fuga correlata alla WebRTC?

Una fuga correlata alla WebRTC consiste nel rendere visibile un indirizzo IP, il che può rappresentare un grosso rischio per la sicurezza di un utente finale. Le fughe correlate alla WebRTC avvengono quando si cerca di stabilire una comunicazione video o audio con un'altra persona tramite un browser che utilizza la tecnologia WebRTC. Il browser in seguito rivela il tuo indirizzo IP, ecco perché viene definita fuga.

Quindi è inevitabile una fuga correlata alla WebRTC?

Finché la WebRTC è attiva nel tuo browser e sei su un sito web che la utilizza, il tuo vero indirizzo IP sarà visibile, e, quindi, pubblico. L'unico modo per evitare una fuga correlata alla WebRTC è quello di disattivarla nel tuo browser (più avanti ti spiegheremo come farlo).

Quali sono le minacce dovute alla fuga correlata alla WebRTC?

Una fuga correlata alla WebRTC rappresenta dei rischi per tutti coloro che utilizzano una VPN (virtual private network) o che semplicemente preferiscono mantenere anonima la propria identità online. Disporre di una VPN mentre si utilizzano servizi con la tecnologia WebRTC vanifica in un certo senso lo scopo di una VPN. Il problema risiede nel browser più che nella VPN; come scoprirai più avanti, Safari è abbastanza sicuro per quanto riguarda le fughe correlate alla WebRTC.

6 passaggi per confermare una fuga correlata alla WebRTC
(con una VPN attivata e disattivata)

Per verificare se il tuo browser lascia trapelare il tuo indirizzo IP, utilizza uno strumento online qualsiasi per il controllo delle fughe correlate alla WebRTC (ne abbiamo segnalato uno anche all'inizio di questa pagina). Se lo strumento per il controllo delle fughe correlate alla WebRTC suggerisce che si è verificata una fuga, ecco i 6 passaggi che puoi adottare per confermare se ciò sia vero.

I pericoli legati alle fughe di DNS
  1. Disconnettiti dalla tua VPN.
  2. Apri una nuova pagina in una nuova finestra e cerca il tuo indirizzo IP digitando "qual è il mio indirizzo IP" nella barra di ricerca del tuo browser.
  3. Appunta uno o tutti gli indirizzi IP che vedi.
  4. Chiudi la pagina.
  5. Riconnettiti alla tua VPN e riapri la pagina.
  6. Se vedi uno degli stessi indirizzi IP pubblici una volta ristabilita la connessione con la VPN, significa che è avvenuta una fuga. In caso contrario, il tuo indirizzo IP è sicuro.

Come puoi proteggerti dalle fughe correlate alla WebRTC?

Puoi disabilitare alcune funzionalità della tecnologia WebRTC nelle impostazioni del tuo browser. Nelle sezioni che seguono, scoprirai come farlo su Google Chrome, Safari e Firefox.

Come si disabilita WebRTC su Google Chrome?

Sarebbe preferibile utilizzare un'estensione per disabilitare WebRTC su Chrome in quanto farlo manualmente potrebbe compromettere la funzionalità del tuo browser. Ecco delle estensioni che puoi utilizzare:

  • WebRTC Network Limiter è un'estensione ufficiale di Google che agisce sulle impostazioni WebRTC per fermare eventuali fughe di indirizzi IP senza bloccarne completamente la funzione. Dato che WebRTC Network Limiter non blocca completamente la WebRTC, i servizi che utilizzano la tecnologia WebRTC continueranno a funzionare sul tuo browser.
  • uBlock Origin non è dedicato solamente a WebRTC, possiede infatti una funzione per disabilitarlo sul tuo browser.

Come si disabilita WebRTC su Safari?

Safari gestisce le fughe correlate alla WebRTC meglio di qualsiasi altro browser impedendo ai siti web di avere accesso alla tua webcam o al tuo microfono per impostazione predefinita. Ad ogni modo, puoi comunque disabilitarla dal tuo browser per una maggiore sicurezza.

Come si disabilita WebRTC su Safari?

Safari gestisce le fughe correlate alla WebRTC meglio di qualsiasi altro browser impedendo ai siti web di avere accesso alla tua webcam o al tuo microfono per impostazione predefinita. Ad ogni modo, puoi comunque disabilitarla dal tuo browser per una maggiore sicurezza.

Nota: i siti web che utilizzano la tecnologia WebRTC per i loro servizi non funzioneranno!

1. Vai su Safari > Preferenze. Seleziona "Mostra menu Sviluppatore nella barra del menu".

Come si disabilita WebRTC su Firefox?

Puoi disabilitare WebRTC nelle impostazioni del browser seguendo questi passaggi:

Nota: i siti web che utilizzano la tecnologia WebRTC per i loro servizi non funzioneranno!

1. Inserisci ciò che segue nella barra dell'URL e fai clic su Invio: about:config

Dormi sonni tranquilli proteggendo le tue informazioni personali

I browser hanno la capacità di conservare una grande quantità di informazioni per lunghi periodi di tempo a tua insaputa. Semplicemente ripristinando il browser o cancellando la cronologia e i cookie non si risolve il problema, ed è qui che entra in gioco Surfshark.

I nostri ingegneri specializzati sono costantemente alla ricerca di nuovi metodi e scenari per le fughe correlate alla WebRTC. Una volta identificata una vulnerabilità, sviluppano rapidamente correzioni efficaci per garantire che la tua privacy sia sempre protetta.

Proteggi te stesso online con la VPN Surfshark

Garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni

Attività iniziali
Proteggi te stesso online con la VPN Surfshark